Chemioterapia ed ipertermia neoadiuvante

Scritto da Super User Il . Inserito in Articoli

chemioterapia

Quando una neoplasia è localmente troppo estesa per poter essere asportata con un intervento chirurgico, è possibile ricorrere ad un trattamento "neoadiuvante"

Il trattamento consiste nella somministrazione di uno o più farmaci chemioterapici che hanno lo scopo di ridurre la dimensione della massa tumorale rendendo possibile l'esecuzione di un intervento chirurgico radicale.

Tale tipo di chemioterapia è detta neoadiuvante e consegna nelle mani del chirurgo un paziente meglio gestibile.

Anche l’ipertermia oncologica, in combinazione con la chemioterapia, può essere impiegata come trattamento neoadiuvante. In combinazione con la chemioterapia o la radioterapia prima dell’intervento infatti può dare un ulteriore contributo alla riduzione della massa tumorale facilitando il lavoro del chirurgo ed aumentando le probabilità di una remissione completa.